alimentazione sana, benessere, confessioni, esperienze, lifestyle, racconti, vita

La felicitá che si nasconde nei piccoli progetti.. ovvero perché ho deciso di riprendere in mano gli studi

Vi avevo lasciate con l’ultimo post nel blog in cui annunciavo che avrei ripreso a postare a partire dal 21 Marzo per un piccolo progetto che aveva bisogno di essere messo in cima a tutte le prioritá (dopo tutte le cose da fare che rientrano nella categoria dei “doveri”, tipo il lavoro XD).

Il piccolo progetto era in realtá l’esame di Citologia che fa parte di un piú grande progetto parallelo chiamato “Laurea in Biologia della Nutrizione” che ho deciso di intraprendere Ottobre scorso.

Devo dire che a qualche giorno dall’esame, quando non solo ho dovuto mettere on hold il blog, ma ho anche dovuto razionare il tempo per stare con Andrea o gli amici o per altri hobby come lo Yoga, la lettura di un romanzo, un po’ di TV trash e la mitica BBG, ho pensato di aver inutilmente aumentato il livello di stress.

Per non parlare di quando la notte prima dell’esame mi sono ritrovata a ripetere robe come il bilancio energetico dello spaventevole ciclo di Krebs o della strana sensazione che ho avuto nell’entrare in un aula piena di ragazzi e ragazze che avevano almeno 10 anni in meno di me. Mi sono detta il classico: ma chi me l’ha fatto fare?

Piuttosto divertente sapere che la risposta é: me stessa. Sí , perché la fantasia di costruire delle competenze serie in materia di Nutrizione é qualcosa che ho sempre avuto, ma che non avevo il coraggio di perseguire visto che mi ero incamminata verso studi considerati come ottimali per un entrata nel mondo del lavoro stabile e sicura. E non che mi mancassero impegni paralleli al lavoro: c’era il blog in cantiere. Ma proprio il desiderio di scrivere con cognizione di causa a proposito di Nutrizione, scelte di stili di vita e benessere ha fatto sí che la voglia di approfondire certi argomenti, e farlo in modo serio, era qualcosa che non potevo piú ignorare.

E quindi da una settimana all’altra ho iniziato ad informarmi sui corsi di Laurea a disposizione, su quali Universitá avessero ancora delle finestre di iscrizione aperte e dalla fine di Ottobre mi sono iscritta presso l’Universitá di Camerino, sede di San Benedetto del Tronto.

Comodo? Assolutamente no, ma il percorso di studi copre proprio le conoscenze che vorrei sviluppare, il programma di studio di ogni esame é chiaro, permettono di effettuari esami anche oltre I canonici appelli e hanno un’opzione per studenti-lavoratori per ció che riguarda I corsi con obbligo di frequenza (come I laboratori).

Devo dire anceh che il fatto che la facoltá sia fronte lungomare ha aiutato ad accettare la spesa extra per trasporti e b&b (soprattutto per la passeggiata post esame, vedi foto :))

 

img_7261
Spiaggia di San Benedetto del Tronto di fronte alla Facoltá di Biologia.. la libertá post esame

Come fare fare a gestire il resto della vita? Qui viene il tasto dolente: chiaramente l’esame va preparato con molto piú anticipo rispetto a quando si é studenti h24, tutte le perdite di tempo quali scroll su Instagram, stories e TV/youtube senza senso vanno messe da parte. Nei giorni immediatamente precedenti conviene comunque ridurre il piú possibile anche tutte le altre attivitá che non sono strettamente necessarie: specialmente se si lavora si potrá fare solo quello e studiare, al massimo una pausetta di mezz’ora per un po’ di attivitá fisica e rigenerare la mente.

 

Dovendo viaggiare per lavoro ho archiviato al meglio il materiale di studio nell’iPad e soprattutto mi sono procurata una copia digitale del mega librone di Citologia e Istologia (nonostante se posso preferisco la copia fisica). Ho fatto uso di tutti I tempi morti come quelli prima e durante il volo, la coda in un ufficio postale (per le slides), il treno, aspettare qualcuno: il cervello si deve abituare a switchare da un momento all’altro alla Glicosilazione delle proteine, ma é questione di abitudine: se lo si fa per le stories di Chiara Ferragni o Clio lo si puó fare anche per un argomento che ci interessa!

 

img_7352
Il metabolsmo della cellula in volo.. un iPad é piú comodo, ma vuoi mettere l’odore di libro stampato?

Come é stato rivivere lo stress da Universitá? Devo dire che a poche ore dall’esame si hanno sempre le stesse sensazioni, peró c’é tutta un’altra sicurezza e in generale tutto un’ altra serenitá nello studiare per il proprio piacere piuttosto che per costruirsi un futuro (anche se un futuro scelto sulla base dei proprio interessi). Poi c’é il premio piú grande: il senso di aver centrato l’obiettivo e di potersi rilassare un po’ dopo un esame che “é andato bene” é.. Impagabile!!!

3d0d354a-9669-4c19-a925-a6d5904d9172.jpg
Linguine allo scoglio post esame: il miglior incentivo per dare il prossimo!

Mi ha fatto sorridere che il mattino dopo ho fatto caso ad un quadretto con su scritto “Progetti per il futuro” appeso nella sala per la colazione dell’adorabile B&B dove alloggiavo: “Continuare a studiare” era tra “Essere felice” e “Amare” ❤

img_7298-2.jpg
Troppo carino e in-topic per non fargli una foto!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.